Lo Shiatsu, dall'Oriente una preziosa tecnica di equilibrio e vitalismo

Lo Shiatsu, dall'Oriente una preziosa tecnica di equilibrio e vitalismo

Lo Shiatsu (di cui parlo nella presentazione delle mie proposte di tecniche manuali  http://www.armoniebionaturali.it/shiatsu-e-mtc) è una Disciplina articolata e completa, che conferisce alla persona grande benessere grazie al suo intervento di stimolazione e riequilibrio sia del "Corpo Fisico", sia di quella parte del nostro organismo "impalpabile" e "invisibile" agli occhi: il "Vitalismo".
Meglio conosciuto nel gergo comune con il termine di "energia", il vitalismo è definito, e anche dimostrato, grazie agli studi della fisica quantistica come una realtà inconfutabile ovvero il cosiddetto "Corpo Sottile".

Ma cos'è il "Corpo Sottile"? Cosa sono queste "Energie" di cui si parla"?
La fisica dei quanti è una materia molto articolata, e altrettanto difficile da comprendere a fondo soprattutto per coloro che non ne sono studiosi, ma i suoi principi di base sono anche quelli che ci consentono di osservare e comprendere la maggior parte dei fenomeni esistenti in natura: se osserviamo oltre la realtà "corporea", ovvero sotto la concretezza tangibile della "materia" e quindi di ciò che vediamo, tocchiamo e percepiamo concretamente, e pertanto oltre il mondo intorno a noi e anche noi stessi intesi come entità corporea, nella realtà fisica esistono una infinità di "energie sottili" impercettibili ai sensi, e sono esattamente quelle energie che danno origine e che sostengono il mondo materiale di cui noi abbiamo consapevolezza.
In parole semplici, tutto il mondo conosciuto e percepito con i nostri 5 sensi, e quindi ciò che possiamo toccare, vedere, odorare o gustare, è di fatto costituito ed "esiste" proprio grazie ad energie delle quali non abbiamo sentore, che non identifichiamo e riconosciamo nella realtà quotidiana.

Il progresso, che per il significato che noi gli attribuiamo è un percorso recentissimo se correlato alla storia del mondo e dell'uomo, ci ha permesso di "misurare" e "sperimentare" moltissimi fenomeni naturali che fanno parte della vita stessa, e grazie a ciò ha consentito al mondo scientifico di darne conferme di esistenza (non mi dilungo, ma per ulteriori spunti uno degli articoli in cui approfondisco alcuni concetti è http://www.armoniebionaturali.it/blog/le-discipline-bionaturali-per-il-nostro-benessere-quotidiano); le "energie sottili" e tutto ciò che la loro conoscenza determina, ciò che per molto tempo, soprattutto in occidente, è stato considerato "argomento da stregoni", oggi viene ufficialmente riconosciuto dalle "Comunità Scientifiche" grazie all'evoluzione della ricerca, e ciò che circa 5000 anni fa i Cinesi scoprirono, ovvero la rete di canali energetici sottili che scorrono attraversando il corpo fisico di ogni organismo vivente e quindi l'Uomo, ciò che diede origine ad una delle forme più antiche di medicina, madre di tutte le culture olistiche, oggi trova spazi e credibilità all'interno della "Medicina Istituzionale" occidentale.

Lo Shiatsu è una tecnica praticata sul corpo fisico che lavora proprio su queste "energie sottili", definite con il termine "QI" (o "CHI" in taluni testi secondo la tradizione o corrente di riferimento, di estrazione Cinese o Giapponese) che nelle descrizioni antiche della MTC è definito "soffio vitale"  (http://www.armoniebionaturali.it/blog/glossarioinpillole-medicina-tradizionale-cinese1)
Il QI ha di fatto svariate caratteristiche e peculiarità che ne definiscono lo scopo, la "missione" all'interno dell'organismo, ed ogni "soffio" di questa energia di vita percorre il nostro organismo in "canali" chiamati "Meridiani"; la vita è rappresentata proprio dal movimento, senza il quale si esprime la morte; le teorie su cui si basano i trattamenti Shiatsu in ogni tecnica esistente ed applicata, hanno tutte origine proprio dal movimento del QI e dall'equilibrio dinamico che questo flusso vitalistico porta con sè.
La MTC rappresenta un sistema complesso e molto evoluto, probabilmente difficile da comprendere immediatamente per neofiti e non addetti ai lavori, che fonda le sue radici sul principio per il quale ogni Persona è un essere completo e non un mero "assemblaggio" di parti (http://www.armoniebionaturali.it/discipline-bionaturali), e che pertanto non si basa sull'anatomia, sulla fisiologia e sulla lettura ed interpretazione binaria "sintomo = malattia" che sono caratteristici della medicina Allopatica che è il sistema istituzionale del mondo occidentale, per entrare nelle logiche del pensiero olistico, ed in particolare della MTC, e per comprendere i meccanismi di azione dei trattamenti è necessario approcciarvi con il corretto ragionamento distaccato dalla cultura a cui siamo abituati. 
I trattamenti sui Meridiani sono finalizzati al ripristino dell'equilibrio dello scorrimento delle energie sottili; nei paradigmi delle medicine orientali, la malattia (o disturbo, o distonia, o malessere) è di fatto un disordine ed uno squilibrio energetico e pertanto un "difetto" nello scorrimento del "QI"; proviamo ad immaginare la Persona come una entità "circolare" da cui tutto parte e tutto arriva, per ripartire nuovamente in cicli continui ed alternati che si susseguono in continuazione, ma che cambiano ogni volta ricercando costantemente il proprio equilibrio in modo sempre rinnovato e rinnovabile, ebbene questo è già un primo passo per entrare in un ragionamento più ampio ed in una visione alternativa dell'Uomo e della Vita; ora applichiamo la stessa visione ad ogni organismo vivente in una accezione più ampia di natura e macrocosmo, e questo ci porta al principio per il quale ogni Persona è di fatto interconnessa oltre che con se stessa anche con una "Matrice Universale": ciò che esiste "DENTRO" è innegabilmente e inevitabilmente connesso a ciò che c'è "FUORI", e sia il "dentro" definito microcosmo che il "fuori" macrocosmo sono interdipendenti e si condizionano con costante reciprocità.

Tornando alla teoria alla base dei trattamenti sui Meridiani, i principi fondamentali su cui si basano tutte le tecniche sono:
- il dualismo dinamico "YIN" e "YANG" che definisce la continua alternanza delle due forze opposte il cui movimento costante determina la vita, l'esistenza in vita di tutto sia nel microcosmo che nel macrocosmo; il moto continuo di alternanza delle due forze definisce inoltre il fondamentale principio di "Relatività" secondo il quale tutto ciò che esiste è Yin o Yang rispetto a qualcos'altro, principio importantissimo per comprendere quanto tutto ciò che esiste è estremamente vitale e flessibile, e quindi ancora una volta che tutto è in una costante relazione dinamica e che quindi ogni cosa è interconnessa a tutte le altre in un rapporto che mai sarà assoluto e statico;
- la teoria dei "5 Movimenti" che appartengono al mondo della natura e che riguardano ogni rappresentazione ed ogni fenomeno che si manifesta; è la teoria che descrive la relazione fra tutto ciò che esiste, determinandone l'ordine ciclico, come ad esempio le stagioni dell'ambiente così come dell'Uomo, e le caratteristiche intrinseche e peculiari di "tutte le cose"(http://www.armoniebionaturali.it/blog/glossario-in-pillole-medicina-tradizionale-cinese2).

Ogni Movimento è rappresentato da 2 Meridiani Principali, fatta eccezione per il Fuoco che declineremo fra poco a cui sono legati 4 Meridiani; i Meridiani Principali sono correlati ad Organi specifici ai quali attribuiscono funzioni che, come descritto precedentemente, sono più ampie ed articolate rispetto alla mera anatomia e fisiologia descritta nei manuali di medicina allopatica, bensì ad essi sono attribuite "responsabilità" rispetto a tutta una sfera psico-emozionale definita "PSICHISMO", ovvero ogni Organo è anche responsabile di una Emozione e di specifici atteggiamenti e comportamenti che noi manifestiamo durante la vita.
Mi piace pensare che anche nella nostra tradizione, seppure oggi la nostra sanità si è molto discostata da simili teorie, ci siano sempre state queste basi di conoscenza, si basti pensare a tradizioni e detti popolari che ad esempio quando in una situazione in cui una Persona è arrabbiata ed ha razioni "incontrollate" è consuetudine dire "non farti esplodere il fegato", ebbene in MTC il Legno è il Movimento la cui emozione è la RABBIA e il Meridiano correlato all'Organo è il Fegato.... affascinate questa visione del nostro corpo vero?! ma torniamo ai Meridiani e agli Organi corrispondenti...
In MTC gli Organi sono distinti in Organi PIENI, detti "ZANG", che corrispondono agli organi capaci di produrre ed immagazzinare, ovvero tesaurizzare, le diverse sostanze ed energie vitali, e Organi VUOTI,  i "FU", che corrispondono a ciò che noi definiamo VISCERI e sono quelli preposti al trasporto, al transito delle sostanze e delle energie ed emozioni.

Ed è proprio sui 5 Movimenti e sui significati del "mandato" di ognuno di essi che il Vitalismo che scorre lungo i 12 Meridiani Principali esercita le proprie funzioni concretizzando quel mandato... Proviamo ad esplorare in modo semplice i Movimenti ed i Meridiani ed Organi ad essi correlati:
Il LEGNO è la primavera, la giovinezza, è la crescita ed il movimento, l'espansione, è l'Est e il sorgere del Sole, è la nascita ma anche la capacità di rinascita in ogni momento della vita e quindi l'energia di reinventarsi; psichicamente è la capacità di progettare e la creatività, è l'ispirazione innata ed il coraggio, è anche la capacità di sognare e di "vedere oltre" a ciò che è la realtà palpabile; è lo slancio e l'estroversione, la capacità di muoversi e di interagire concretamente con gli altri; l'emozione del Legno è la RABBIA, che quando si manifesta esprime una distonia dannosa; gli Organi ed i Meridiani associati al Legno sono il FEGATO, organo Zang, e la VESCICOLA BILIARE o CISTIFELLEA, organo Fu.
Il FUOCO è l'estate, è l'età adulta durante la quale l'Uomo esprime la sua massima dinamizzazione ed espansione, è il momento nel quale tutto matura nella sua massima espressione; è il Sud ed è quindi il caldo, il calore; l'emozione del Fuoco è la GIOIA; dal punto di vista psico-emotivo il Fuoco è l'intelligenza emotiva, la capacità di comprendere anche ciò che non è così evidente, è la capacità di trovare chiarezza in ciò che si osserva e che accade intorno a noi; è la forza che ci permette di "fare proprie" le esperienze e le emozioni vissute; è la capacità di relazionarsi con gli altri in modo empatico, ma anche di percepire le nostre sensazioni più profonde.
Uno degli aspetti particolari e caratterizzanti la MTC è la considerazione delle caratteristiche degli Organi, attribuendo ad essi anche una "valenza spirituale", una sorta di ciò che noi definiamo "Anima" e che è chiamato SHEN, ebbene il Fuoco è lo Shen, lo Spirito, è la sede dell'Anima ed è infatti la sede del Meridiano del Cuore! ed ecco che l'Organo Pieno del Fuoco è il Cuore e l'Organo Vuoto è l'Intestino Tenue; ma come già accennato al Movimento Fuoco sono legati altri due Meridiani che corrispondono più che ad Organi con collocazione fisica vera e propria, a due funzioni e sono il Meridiano denominato Ministro del Cuore che ha il compito di comunicare con tutto il sistema e che originariamente era chiamato Pericardio (membrana che avvolge il cuore dal punto di vista anatomico e lo protegge), e il Triplice Riscaldatore che svolge compiti molto importanti nel complesso sistema energetico, e che nella nostra cultura occidentale è definito un po' come il metabolismo del corpo.
La TERRA è il Movimento considerato come la "stagione di mezzo" che caratterizza l'equilibrio e la stabilità, è il momento di transizione e trasformazione; è il Centro e quindi il punto di riferimento di tutte le cose; il suo psichismo è la riflessione e la sua espressione è quella che appartiene al pensiero, al ragionamento, alla capacità di organizzare e di trasformare i progetti in realtà; è la capacità di concentrazione; l'emozione della Terra è la PREOCCUPAZIONE, il rimuginìo, il pensiero ossessivo; l'Organo Pieno è la MILZA e quello Vuoto lo Stomaco.
Il METALLO è l'autunno, è l'età matura e la fase dell'invecchiamento, il momento dello sfiorire; è il Movimento che accompagna e conduce al riposo dell'inverno, e quindi la sua caratteristica psichica è la capacità di introspezione, la capacità di guardarsi dentro; è la capacità di meditare; è anche la nostra capacità di metterci in contatto con il mondo esterno, tramite la pelle e la respirazione, capacità differente rispetto a quella del Legno che è più una espressione caratteriale che di contatto; il Metallo è anche il movimento della purificazione, della capacità di liberare dall'inutile e dal superfluo e di fare spazio al nuovo; la sua emozione è la TRISTEZZA, l'angoscia, l'incapacità di reagire e la disperazione, rappresenta quindi emozioni distoniche di grande potere e valore nella nostra società; l'Organo Zang è il POLMONE e il Fu è l'Intestino Crasso.
Ultimo in questo circolo di Movimenti è l'ACQUA che rappresenta l'inverno, che è la vecchiaia; è il Nord e il freddo; è il momento durante il quale tutto riposa; è la rappresentazione della Forza di Volontà e della determinazione; l'emozione dell'Acqua è la PAURA; gli organi sono il Rene, Zang, e la Vescica Urinaria, Fu.

Ora abbiamo qualche nozione per comprendere in che modo lo Shiatsu agisce, ma anche molte altre discipline del mondo olistico, e quali sono le basi che un Operatore considera per effettuare una valutazione energetica, partendo da ciò che ogni Ricevente riferisce ma mai considerando uno o più sintomi fini a se stessi, bensì ragionando su dove si manifesta o si estende un dolore, su quale situazione di vita attraversa quella Persona e quale stato psico-emotivo esprime... nell'olismo la risoluzione del sintomo è sempre l'ultimo step di un percorso che pone quale obiettivo primario il riassetto generale di corpo e vitalismo, proprio perchè il campanello d'allarme deve "spegnersi" solo quando l'emergenza è scomparsa e gli equilibri si sono ripristinati!  

Certo, si lavora sul benessere quindi sulle sintomatologie dolorose si pone rimedio nel minor tempo possibile, ma contestualmente si accompagna il corpo ad affrontare e ripristinare equilibri perduti spesso in anni di "sopportazione", proprio perchè il nostro atteggiamento è diventato di "normalità" verso ciò che normale non è affatto... 

Concludendo, lo Shiatsu è una tecnica davvero molto completa ed efficace, in grado di intervenire su problematiche "ad ampio spettro", lavorando sulle distonie legate allo stress continuo della vita, lavorativa e familiare, che "affligge" il quotidiano di tutti noi condizionando corpo ed equilibrio psico-emotivo nei modi più disparati, su sintomatologie dolorose derivanti da posture errate o da patologie esistenti, certo in modo non definitivo ma sicuramente supportivo ed alleggerente rispetto alla percezione e sopportazione del dolore cronico, interviene in modo sinergico su malattie neurodegenerative ed autoimmuni e sugli stati infiammatori alla base di intolleranze ed allergie, agisce su ansia ed insonnia e molto altro... 

Insomma è una disciplina effettuata con svariate tecniche che consente possibilità di intervento molto ampie, e seppure le soluzioni non sono sempre definitive*, perchè Harry Potter la bacchetta magica non la presta a nessuno e ci sono situazioni che nessuno può debellare definitivamente, sicuramente con un approccio articolato e sinergico molto si può risolvere, e si può vivere meglio ed in uno stato di benessere concreto e reale!

Io ti aspetto con le mie proposte, sulla home trovi il modo di contattarmi... A presto!

* l'accezione del termine "definitivo" è decisamente difficile da interpretare in un contesto così ampio, nelle Discipline Bio Naturali non possiamo parlare di "guarigione" in quanto non "curiamo le malattie" (le malattie vengono diagnosticate e curate dal medico al quale ogni persona malata DEVE rivolgersi), nel mondo dell'olismo si parla di soluzione a problemi, distonie, discrasie e squilibri a causa dei quali si manifestano problematiche fisiche, psico-emotive ed energetiche... è chiaro che giungono a noi Operatori anche Persone alle quali sono state diagnosticate patologie o affezioni varie, ed è altrettanto ovvio che noi Operatori si lavori con consapevolezza e cognizione di causa, sempre più spesso anche in stretta collaborazione con i Medici, ma il nostro fine non può mai essere la guarigione e la sostituzione a cure sanitarie. 

Inoltre nella declinazione della parola "definitivo" dobbiamo considerare che tutti noi reiteriamo comportamenti lesivi, a volte per necessità, e pertanto spessissimo permangono le cause e le concause esterne che ci portano a malesseri e problemi, che ci conducono inevitabilmente a recidive periodiche che ci ritroviamo a dover nuovamente affrontare.... immaginiamo il letto di un fiume nel quale scorre con la giusta forza e velocità il corso d'acqua, se vengono buttati sul fondo sassi e detriti l'acqua scorrerà in modo diverso fino a manifestare problemi.... per ripristinare il corretto scorrere dovremo ripristinare la forma originaria del letto del fiume per rendere la giusta "sostanza" di forza e velocità al nostro corso d'acqua... così è la nostra esistenza, un continuo ricevere sassi e detriti, e una continua necessità di ripristinare equilibri di forza e sostanza per un corretto e agevole scorrere della vita e vitalismo!!!